Fujifilm Super CCD EXR: la famiglia comincia ad allargarsi

Fujifilm Super CCD EXR: la famiglia comincia ad allargarsi

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Fujifilm rinnova la gamma delle proprio fotocamere presentando modelli interessanti, alcuni dei quali equipaggiati con il sensore EXR, pensato per aumentare in maniera sensibile la gamma dinamica. A margine di questi prodotti, una linea di compatte classiche ma dotate di caratterstiche apprezzabili”

Fujifilm FinePix Real 3D W1

La tecnologia Real 3D è stata una delle novità che più ci ha colpito al Photokina 2008, fiera svoltasi lo scorso ottobre a Colonia. Vi riproponiamo il video che avevamo realizzato in quell'occasione.

[HWUVIDEO="168"]Photokina 2008: Fujifilm Real 3D[/HWUVIDEO]

Ora, dopo aver visto i mock-up definitivi al PMA di Las Vegas e al Photohow di Milano, la macchina fotografica stereoscopica Fujifilm FinePix Real 3D W1 viene presentata in modo ufficiale, accompagnata da una line-up di prodotti in grado di portare la tecnologia 3D dallo scatto alla visualizzazione su cornice digitale, fino alla stampa.

Il cuore del sistema è il processore “RP” (Real Photo) Processor 3D” che sincronizza i dati ricevuti dalle due ottiche Fuji caratterizzate da zoom 3x e dai due sensori CCD, stabilendo le condizioni di scatto ottimali, e cioè la perfetta messa a fuoco, la corretta luminosità e la giusta tonalità per unirli all’interno di una singola immagine simmetrica per le foto che per i filmati.

I risultati sono apprezzabili già sulla macchina, grazie al display 3D/2D da 2,8", in grado di rendere perfettamente l'effetto 3D sia ne caso di visualizzazione di foto, sia in quello di filmati, senza l'uso si dispositivi esterni quali occhialini e simili. La macchina fotografica è in grado di operare in diversi modi per rendere al meglio la tridimensionalità degli scatti. Oltre alla modalità classica che riprende in contemporanea le due immagini da sovrapporre è possibile scattare immagini in successione.

Quando viene utilizzata la modalità di scatto 3D avanzata la fotocamera effettua un secondo scatto, in successione al primo, e salva una singola immagine 3D. Questo permette di produrre immagini 3D elaborate, particolarmente adatte per la realizzazione di paesaggi quando le immagini 3D sono difficili da ottenere o viceversa negli scatti macro quando l’effetto 3D può risultare troppo accentuato.

La modalità “Scatto 3D intervallato” permette maggiore flessibilità; in questa modalità è possibile realizzare due scatti in sequenza da differenti punti di ripresa mentre il fotografo è in movimento, per esempio in treno, in aereo, in auto etc. per ottenere immagini 3D di soggetti distanti. Ciò permette agli utenti di realizzare entusiasmanti e fantasiosi scatti 3D come ad esempio fotografare nuvole da un aereo o realizzare scatti 3D attraverso il finestrino dell’automobile.

La W1 offre inoltre nuovi spunti di creatività anche per la classica fotografica 2D, mettendo a disposizione in pratica due macchine fotografiche in una: è possibile con una sola pressione del pulsante di scatto ottenere due foto, una alla focale minima e una a quella massima, oppure optare per due diverse tonalità di colore, o ancora utilizzando sensibilità diverse. Le foto e i filmati possono essere poi goduti anche sul più ampio display da 8" della cornice digitale V1; capace anche'essa di riprodurre contenuti 2D e 3D, senza l'uso di nessun ausilio esterno, come ad esempio di occhialini.

La cornice digitale può leggere e visualizzare le immagini contenute nelle schede di memoria e può inoltre ricevere immagini attraverso una connessione ad infrarosso, oltre che attraverso connessione USB. Fujifilm ha pensato anche a chi vuole stampare le proprie foto, adottando una nuova tecnologia per portare la terza dimensione anche nella stampa. Ecco come viene presentata da Fujifilm la tecnologia:

"Fujifilm ha integrato stampe di alta precisione con fogli lenticolari, con la conseguente capacità di produrre immagini 3D ad alta risoluzione, ottenendo incredibili risultati. Questo processo coinvolge i dati dell’immagine 3D che sono stati integrati con l’utilizzo di tecnologie altamente avanzate e proiettati attraverso un foglio lenticolare, con l’obiettivo di produrre un’immagine con disparità binoculare. Questo crea una speciale stampa 3D dai dettagli straordinari, per mantenere sempre vivi i momenti più preziosi."

BenQ Monitor