Canon PowerShot D10 per mondi sommersi

Canon PowerShot D10 per mondi sommersi

di Alessandro Bordin , pubblicato il

“PowerShot D10 è l'ultimo compromesso in casa Canon per quanto riguarda il mondo delle fotocamere compatte impermeabili, sebbene le caratteristiche vadano oltre a questa caratteristica. Quale migliore occasione di provarla se non nel periodo delle vacanze? Ecco una prova della PowerShot D10 alle prese con il suo elemento, ovvero l'acqua”

Considerazioni


Alcuni scatti leggermente adattati in colore e contrasto

La fotocamera Canon PowerShot D10 si è indubbiamente rivelata una piacevole sorpresa. Oltre ad una buona costruzione generale, anche la qualità dei file ottenuti si è assestata su buoni livelli, sia in acqua che fuori. Da segnalare, in alcuni scatti effettuati in modalità AUTO, una certa tendenza alla sovraesposizione, problema ovviabile impostando programmi specifici. Fra tutti, quello che ci è sembrato più versatile e quello definito Paesaggio, in grado di fornire il miglior compromesso fra qualità e corretta esposizione.

Vi sono in ogni caso moltissimi programmi che possono fare al caso proprio, oltre alla modalità che permette di impostare manualmente alcuni parametri come bilanciamento del bianco e ISO, possibilità sicuramente gradita all'utenza più smaliziata. Il valore aggiunto della macchina però è indubbiamente un altro, ovvero quello di poter scattare fotografie e filmare sott'acqua. Sia chiaro: Canon non è l'unica ad offrire questa opzione, in quanto la concorrenza offre modelli come le Pentax Optio W60 e W80, Olympus Stylus 8000 Tough, Fujifilm Finepix Z33WP, Nikon Coolpix S220 con custodia subacquea Nimar ed altre ancora.

Canon PowerShot D10 è uno dei modelli più recenti, ed abbiamo colto l'occasione di una prova in uno scenario adatto (Arcipelago delle Galapagos, Ecuador). L'utilizzo in acqua richiede qualche minuto di adattamento, in quanto diventa fondamentale scegliere soggetti non troppo veloci e ridurre il più possibile la distanza col soggetto. Fatto questo, i risultati possono essere non solo buoni, ma addirittura sorprendenti, considerando che ci si trova di fronte ad una compatta tuttofare, sebbene non certo regalata.

Già, del prezzo dobbiamo ancora parlare. Una ricerca on-line ci ha permesso di indicare nel range di 290-330 Euro IVA e spedizione incluse l'esborso necessario a fare propria la Canon PowerShot D10. Si tratta di una cifra non troppo distante da quelle delle reflex entry level, ed in ogni caso una cifra che l'utente medio deve ponderare attentamente. 300 Euro iniziano ad essere tanti per un "acquisto impulsivo", ma tutto viene ridimensionato se di pensa alle potenzialità. Come accennato nell'introduzione, questa macchina si rivolge agli appassionati di sport ed attività acquatiche, sebbene limitate ai 10 metri di profondità.

Il bivio compatta-reflex in questo caso perde senso, poiché per poter portare la propria reflex sott'acqua le cifre fa spendere sono notevolmente superiori, senza contare che difficilmente si potrà fare altro, una volta entrati nel brodo primordiale. Scattare con una reflex in acqua richiede che le mani siano interamente dedicate allo scatto, mentre con questa piccola compatta si può affrontare tutto in maniera più scanzonata. Certo, la qualità è sicuramente differente e per le attività di diving vere e proprie non vi sono grandi alternative alle soluzioni professionali, ma qui stiamo parlando di approcci più vacanzieri e spensierati. In considerazione di questo fatto, quei 300 Euro possono essere visti in un'ottica differente, in quanto ci si porta a casa una buona compatta con il notevole valore aggiunto costituito dall'impermeabilità, oltre ad una robustezza sicuramente superiore alla media.

Il target è dunque l'appassionato di fotografia in genere. Anche l'utenza reflex, abituata a guardare le compatte con atteggiamenti snob e dall'alto verso il basso, dovrà ammettere che questa macchina ha qualcosa di davvero interessante. A meno di esborsi notevoli, proporzionali alla propria passione e disponibilità economica, la PowerShot D10 rende abbordabile il mondo subacqueo anche al fotografo amatoriale che non vuole lasciare sulla battigia, oltre ai propri vestiti, anche la passione per la fotografia. 


Commenti (25)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: CLAUDIO78 pubblicato il 16 Luglio 2009, 12:34
bella rece.
A quando un round-up?
Commento # 2 di: truncksz pubblicato il 16 Luglio 2009, 14:27
ma soprattutto una comparativa tra queste compatte che nascono waterproof e quelle che lo diventano tramite l'apposito scafandro (che permette immersioni di 40m), secondo me sarebbe interessante.
Commento # 3 di: nome-utente: pubblicato il 16 Luglio 2009, 14:50
ma chi le vuole... tanti megapixels e sensore piccolo, quindi un casino di rumore. poi... impermeabile va bene per fare le foto in piscina.

tralasciando il fatto che è piena di guarnizioni minuscole ultra delicate, per le foto underwater si usano macchine normali-reflex con scafandro:

dove lo metto il grandangolo? (sott'acqua tutto appare più vicino e più grande)

ed il flash esterno è previsto? lo sapete che il rosso inizia a non passare sott'acqua, a 5 metri scompare? poi l'arancione, il giallo, il verde ed il blu.

non basta contrastare il blu con una modalità di scatto, ci vuole una fonte di illuminazione (con una luce calda) vicina al soggetto da fotografare. (anche per questo serve un grandangolo).


ieri sono sceso a 15 metri ed ho scattato delle foto.

cara redazione, potrebbe prestarmi tale canon? voglio portarla a 10 metri e vedere dopo quanti minuti si spegne in quanto piena d'acqua.

poi il sub perde l'assetto, va giù di 30 cm e... puff!


basta, non ne posso più di questi gingilli da 100000 megapixel fatti solo per attirare il consumatore (ignaro del fatto che peggiorerà la qualità delle foto), con esterno in acciaio, subacque... sulla carta. basta un polimero per rendere la maccchina impermeabile sino a 60 metri... solo estetica.
Commento # 4 di: Gr8Wings pubblicato il 16 Luglio 2009, 14:51
Mah !

Premesso che uso compatte Canon scafandrate per la subacquea da ormai 5 anni, con soddisfazioni altalenanti a seconda dei modelli, questa recensione, a vedere le foto, conferma la mia convinzione che le fotocamere recenti, imbottite di megapixel su sensori sempre più piccoli, siano di gran lunga peggiori delle precedenti, dalla ixus400 in su per intenderci.

Alcune considerazioni:
guardate la gallery subacquea
http://www.hwupgrade.it/articoli/fo...ommersi_10.html

- a che servono 12 Mpx se poi la resa dei dettagli è a quel medriocre livello ? I dettagli sono spesso impastati e la texture quasi inesistente. Lo stesso mediocre risultato lo dava la ixus75 da 7 Mpx ... per la cronaca, la mia ixus400 da 4 Mpx di 5 anni fa se la cava molto meglio ... un peggioramento evidente dovuto probabilmente sia alla qualità del sensore, che al software che gestisce l'esposizione

- dite che occorre scegliere soggetti non troppo in movimento ... aargh ... vuol dire che la fotocamera non è capace di gestire le situazioni di scarsa luce e difficile esposizione e messa a fuoco, magari il sw nemmeno prova a alzare gli iso per abbassare i tempi di scatto ... ergo le foto saranno sempre col soggetto mosso, inusabili quindi ... provate a chiedere a un pesce di stare un attimo fermo ...
Non avendo i controlli manuali, c'è poco da fare.
Per la cronaca, la mia ixus400 da 4 Mpx di 5 anni fa se la cava molto meglio.

- ultimo: 10 metri sono pochi per le esigenze di un sub, vanno bene per lo snorkelista, perchè non fare un piccolo sforzo e arrivare a 20 m ? Entro i 20 m si possono fare splendide immersioni e anche un sub con l'ara potrebbe trovare comodo portarsi una compatta (NON questa sinchè fa foto così scarse), senza armeggiare con scafandri ed o'ring.
Commento # 5 di: nome-utente: pubblicato il 16 Luglio 2009, 16:00
questa foto senza pretese la scatta?
Link ad immagine (click per visualizzarla)
Commento # 6 di: Haran Banjo pubblicato il 16 Luglio 2009, 16:27
Io uso ancora la mia Ixus 700 con il suo scafandro e relativi pesi aggiuntivi, pur con i suoi limiti mi pare che sia migliore di questa come definizione dei particolari.
Cmq sì, sono macchine fotografiche per snorkelisti.
Commento # 7 di: lo_straniero pubblicato il 16 Luglio 2009, 17:37
un rumore troppo forte.

sembrano fatti da un cell
Commento # 8 di: Cristiano® pubblicato il 16 Luglio 2009, 18:00
Originariamente inviato da: nome-utente:
ma chi le vuole... tanti megapixels e sensore piccolo, quindi un casino di rumore. poi... impermeabile va bene per fare le foto in piscina.

tralasciando il fatto che è piena di guarnizioni minuscole ultra delicate, per le foto underwater si usano macchine normali-reflex con scafandro:

dove lo metto il grandangolo? (sott'acqua tutto appare più vicino e più grande)

ed il flash esterno è previsto? lo sapete che il rosso inizia a non passare sott'acqua, a 5 metri scompare? poi l'arancione, il giallo, il verde ed il blu.

non basta contrastare il blu con una modalità di scatto, ci vuole una fonte di illuminazione (con una luce calda) vicina al soggetto da fotografare. (anche per questo serve un grandangolo).


ieri sono sceso a 15 metri ed ho scattato delle foto.

cara redazione, potrebbe prestarmi tale canon? voglio portarla a 10 metri e vedere dopo quanti minuti si spegne in quanto piena d'acqua.

poi il sub perde l'assetto, va giù di 30 cm e... puff!


basta, non ne posso più di questi gingilli da 100000 megapixel fatti solo per attirare il consumatore (ignaro del fatto che peggiorerà la qualità delle foto), con esterno in acciaio, subacque... sulla carta. basta un polimero per rendere la maccchina impermeabile sino a 60 metri... solo estetica.

hai problemi? ti dispiace che uno compra una fotocamera compatta da 250€ per fare anche delle foto sotto l'acqua mentre fa snork? e poi se la mette in tasca?
bbbbhhaa! risparmiati le tue lamentele.
Sei il classico tipo da mountainbike da 50 euro perchè trovi inutile spendere 2000€ per una bici seria.
Commento # 9 di: fbstyle pubblicato il 16 Luglio 2009, 18:10
Si e magari si fa la suv però non sa dove parcheggiarla, o magari dice che un utilitaria non la dovrebbero fare perchè rispetto ad una Ferrari fa schifo.
Commento # 10 di: windswalker pubblicato il 16 Luglio 2009, 18:48
Originariamente inviato da: truncksz
ma soprattutto una comparativa tra queste compatte che nascono waterproof e quelle che lo diventano tramite l'apposito scafandro (che permette immersioni di 40m), secondo me sarebbe interessante.


http://www.dpreview.com/reviews/Q209waterproofgroup/

La fotocamera è dichiaratamente votata allo snorkeling, non ad immersioni. E' stupido chiedere che faccia di più: non gareggio in formula uno con una cinquecento, ma non è neanche da disprezzare in quanto ha altri vantaggi....

Per la cronaca, NESSUNA fotocamera compatta impermeabilizzata senza la necessità di apposito scafrando (che, acquistato a parte, sarebbe comunque da aggiungere al costo della macchina alzando così l'esborso totale) è idonea per immersione superiori a 10mt.... informiamoci prima di sputare sentenze
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor