Olympus E3: ancora in forma nonostante l'età

Olympus E3: ancora in forma nonostante l'età

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Dopo l'ultimo aggiornamento firmware abbiamo messo alla prova al reflex Olympus E-3, che nonostante abbia ormai quasi due anni sulle spalle riesce ancora a dire la sua nel mercato semi-pro delle fotocamere a pentaprisma. Nel frattempo sembra che sia in preparazione la sua futura erede”

Prova sul campo - Gestione immagine

Con la Olympus E-3 il fotografo ha a rapida portata di mano, grazie alla modifica dei parametri di scatto direttamente sul display, la possibilità di personalizzare il profilo colore, i parametri di saturazione, contrasto e nitidezza, picture mode. Questi ultimi sono sei: Vivid, Natural, Muted, Portrait, Monocolore e Custom. Su ciascuno di essi si può intervenire regolando nitidezza e contrasto; nel caso dei profili a colori si può poi regolare la saturazione e nella modalità Monocolore è invece possibile andare ad agire su parametri tonalità e filtro colore.

Vivid
Natural
Muted
Portrait
Monocolore

Il fotografo ha inoltre a disposizione quattro modi di ottimizzazione dell'immagine: Normale, Automatica, High Key, Low Key. Il primo lascia inalterate le curve, mentre gli altri vanno ad agire in fase di scatto sull'esposizione e in post produzione sulla curva gamma, modificando la sensibilità di ombre e luci.

High Key  
Normal  


A confronto la rese nelle zone d'ombra tra l'ottimizzazione Auto e Normal in due particolari al 100% delle foto pubblicate più sopra

La modalità Auto in particolare lavora ottimizzando la gamma dinamica nelle zone di luce e ombra recuperando importanti dettagli nelle zone d'ombra, senza pregiudicare le alte luci. I file JPEG in uscita utilizzando questa modalità risultano meglio definiti e più microcontrastati, anche se un po' più spenti e piatti a livello più generale.

BenQ Monitor