Foto panoramiche e software di stitching - parte 1

Foto panoramiche e software di stitching - parte 1

di Matteo Cervo , pubblicato il

“Primo articolo dedicato alla fotografia panoramica, nel quale vengono spiegati i concetti alla base dell'elaborazione delle immagini. Analizzate anche la tecnica di ripresa e la prova sul campo con tre software di stitching, due dei quali forniti a corredo con le fotocamere Canon e Nikon”

Camera chiara: elaborazione tramite Photostich 3.1

PhotoStitch 3.1 è il software di stitching che equipaggia le Canon Utilities, venduto assieme alle fotocamere della casa. E' composto da un editor di panorami e da un visualizzatore che consente di adattare il formato panoramico alla finestra di visualizzazione oppure scorrere orizzontalmente il panorama attraverso l'uso del mouse.

Selezionando PhotoStitich dal pannello di lancio, si apre l'interfaccia grafica dell'editor di unione. Così come per Panorama Maker 4, anche in questo caso i passaggi principali per effettuare lo stitching panoramico sono tre: Selezione e disposizione, Unione, Salvataggio. L'interfaccia riserva una finestra sotto la barra dei menù utilizzata per guidare l'utente nelle operazioni di unione. Appena sotto, un menù su sfondo blu raccoglie tutti i comandi utili allo stitching.

Le modalità di giunzione sono quattro: verticale su colonna singola, orizzontale su riga singola, circolare e matrice. Quest'ultima modalità non è presente in Panorama Maker 4. PhotoStitch esegue la giunzione panoramica di default ma è strutturato anche per l'unione di documenti ed immagini digitalizzate in sezioni. D'altra parte, affinché lo stitching sia ottimale, bisogna specificare manualmente la focale equivalente al formato 35 mm, operazione che può risultare scomoda se si eseguono diverse unioni in un'unica sessione di lavoro.

L'interfaccia mostra l'anteprima del risultato finale ed è possibile visualizzare le linee di giunzione che sono state utilizzate dal software. Selezionando le giunzioni si apre la finestra di regolazione manuale che abilita la scelta di due aree di controllo a discrezione dell'utente.

In fase di salvataggio viene proposto il taglio dell'immagine per eliminare le zone prive di informazioni. L'area di taglio può essere modificata manualmente e le dimensioni del panorama finale vengono definite come percentuale rispetto alla dimensione massima. I formati di output contemplati sono jpeg, bmp, tiff, mov, psd, fpx. Il formato mov, consente anche a PhotoStitch di produrre panorami navigabili tramite Quick Time.

BenQ Monitor