Leica S2: la medio formato scende in strada

Leica S2: la medio formato scende in strada

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Leica mescola le carte nella fotografia di qualità presentando la sua reflex medio formato S2. Dotata di sensore di dimensioni pari a 30x45mm con 37,5 megapixel di risoluzione coniuga la qualità di una medio formato con le dimensioni di una reflex da reportage.”

Leica M8.2, D-Lux 4, C-Lux 3 e Pradovit 1200

Il pezzo forte della nuova offerta Leica è dunque la reflex S2, ma anche il resto della gamma non passa certo inosservata. Abbiamo recentemente parlato dell'aggiornamento che ha interessato la Leica M8, ora presentata in versione M8.2. La Leica M8.2 incorpora gli upgrade presentati al PMA dello scorso gennaio a Las Vegas, che era costituito principalmente dal nuovo firmware, dal nuovo vetro zaffiro a copertura del display e dall'otturatore più silenzioso.

Ricordiamo che con la campagna 'Lifelong Value Retention' tutti i possessori della Leica M8 possono accedere all'aggiornamento, al costo di circa €1200. L'aggiornamento fa sì che il modello in loro possesso non venga surclassato dall'uscita successiva e perda gran parte del proprio valore, ma mantenga nel tempo il suo valore. QUesto è un fenomeno che invece colpisce quasi tutti i possessori di macchine fotografiche digitali, che spesso vedono dimezzato il valore della loro fotocamera pochi mesi dopo l'acquisto.

Nelle prove che abbiamo potuto effettuare allo stand Leica, l'otturatore della M8.2 è effettivamente più silenzioso, anche se forse non raggiunge ancora i livelli delle vecchie serie M analogiche. Questa fotocamera è dedicata agli appassionati disposti a investire nel suo acquisto un cifra intorno ai 5.000 euro.

Nel campo delle compatte dedicate a un pubblico più consumer troviamo la Leica D-LUX 4 che monta un'ottica 24-60mm equivalenti con apertura massima di diaframma di f/2-f/2.8 (rispettivamente alla focale minima e a quella massima) e un sensore CCD in formato 1/1,63". Questa fotocamera, nella parte superiore dell'obiettivo, è dotata di un commutatore che permette di cambiare velocemente il formato di scatto: 3:2, 4:3 oppure 16:9. Il prezzo di questa fotocamera dovrebbe attestarsi in circa 750 euro.

L'altra compatta è la LEICA C-LUX 3 offre un sensore CCD in formato 1/2,33" e un'ottica stabilizzata da 25-125mm equivalenti, a un prezzo di circa 540 euro.

La qualità Leica non si ferma solo alla ripresa delle immagini ma interessa anche la riproduzione, grazie al nuovo proiettore Pradovit D-1200, in grado di proiettare immagini in formato ancora più ampio del FullHD, raggiungendo una risoluzione di 1920x1200 pixel. In questo caso la tencologia utilizzata è quella DLP, sviluppata da Texas Instruments e che sfrutta la luce riflessa (o meno) da un reticolo di microspecchi.

Nel corpo (costruito in lega di magnesio) del proiettore spicca l'ottica Vario-Elmarit-P 33-42mm f/2,8-3.1. Anche in questo caso la qualità si paga: il prezzo di listino dovrebbe essere fissato in €9900.

[HWUVIDEO="181"]Leica al Photokina 2008[/HWUVIDEO]

Articoli correlati

Olympus al Photokina 2008: non solo Micro QuattroTerzi

Olympus al Photokina 2008: non solo Micro QuattroTerzi

Olympus ha mostrato al Photokina 2008 quella che sarà la sua interpretazione del nuovo standard Micro Four Thirds, una compatta di qualità con ottiche intercambiabili con un chiaro sapore retrò. Prossima anche l'introduzione di una nuova reflex nel sistema E.


Commenti (53)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Lanfi pubblicato il 07 Ottobre 2008, 15:36
Vorrei vedere una foto scattata dalla S2


Oddio non so quanto ci vorrebbe per visualizzarla vista la mia connessione a 640 kbps
Commento # 2 di: danyroma80 pubblicato il 07 Ottobre 2008, 15:48
ma a che serve? tanto fra due anni avremo fotocamere da 30 Mpixel su cellulari da 150€


Commento # 3 di: Lud von Pipper pubblicato il 07 Ottobre 2008, 15:55
Ho sempre sognato una macchina del genere con un bel corredo di ottiche ...peccato sia "leggermente" fuori budget per le mie disponibilità...

Certo mi chiedo come si faccia a girare allegramente con al collo una "grande punto" equivalente, e nella borsa, magari una BMW serie tre...

Io avrei qualche leggera preoccupazione...
Commento # 4 di: Crisa... pubblicato il 07 Ottobre 2008, 16:12
Originariamente inviato da: Lud von Pipper
Ho sempre sognato una macchina del genere con un bel corredo di ottiche ...peccato sia "leggermente" fuori budget per le mie disponibilità...

Certo mi chiedo come si faccia a girare allegramente con al collo una "grande punto" equivalente, e nella borsa, magari una BMW serie tre...

Io avrei qualche leggera preoccupazione...


chi ha la disponibilita per spendere 20k euro di reflex+ottiche penso che puo' anche permettersi delle guardie del corpo(macchina)
Commento # 5 di: Firedraw pubblicato il 07 Ottobre 2008, 17:15
Oddio, passi per la s2 che è una macchina da studio trsferita su un corpo macchina reflex.

Ma pure la compata sta a 750€

E la m8.2 5000 €
Commento # 6 di: kedwir pubblicato il 07 Ottobre 2008, 17:20
cmqe.. a vederla sembra un giocattolo più che una reflex.. chissà il rumore.. a quanti ISO arriva non si sà vero? o meglio quale è l'ISO sfruttabile..
Commento # 7 di: Charlie-Brown pubblicato il 07 Ottobre 2008, 17:28
Originariamente inviato da: danyroma80
ma a che serve? tanto fra due anni avremo fotocamere da 30 Mpixel su cellulari da 150€


Dubito, e comunque l'immagine di un cellulare, a meno di non metterci un sensore di pari mm2, stesso software e ottica di pari qualità, trasformando il cellulare in una mattonella, avrà una qualità 30Milioni di volte inferiore...
Il paragone non regge; non reggerà mai...
Commento # 8 di: Firedraw pubblicato il 07 Ottobre 2008, 17:31
Originariamente inviato da: kedwir
cmqe.. a vederla sembra un giocattolo più che una reflex.. chissà il rumore.. a quanti ISO arriva non si sà vero? o meglio quale è l'ISO sfruttabile..


Beh credo che gli iso saranno abbastanza alti quelli sfruttabili. Almeno 3200 o 6400 usciranno come i 1600 di una macchina di fascia bassa/media.

E' vero che ci sono 37,5 MP, ma è anche vero che la superfice è doppia rispetto a quella di una canon 450D ad esempio che ne ha 12 di MP.
Commento # 9 di: Paganetor pubblicato il 07 Ottobre 2008, 17:52
a dire il vero in genere quelle macchine a stento arrivano a 800 iso (in particolare i dorsi)...

ninete 6400 iso, temo

per il resto, sono curioso di vedere fin dove si spingeranno col formato 35 mm e se - prima o poi - anche lì si farà il salto su formato più grande
Commento # 10 di: badtzmaru pubblicato il 07 Ottobre 2008, 19:04
Originariamente inviato da: Paganetor
a dire il vero in genere quelle macchine a stento arrivano a 800 iso (in particolare i dorsi)...

ninete 6400 iso, temo

per il resto, sono curioso di vedere fin dove si spingeranno col formato 35 mm e se - prima o poi - anche lì si farà il salto su formato più grande


Non essendo questo un dorso da studio ma essendo una macchina costruita per fare solo foto, senza compromessi, portandosela dietro dalle cime dell'Himalaya alle depressioni del Mar Morto, credo proprio che non avrà come limite gli 800 iso. Per ora, sugli esemplari di pre produzione, il range iso è 100-1600.

Più che altro, guardando la spartanità dei comandi, visto che c'è solo l'indispensabile, solo ciò che serve a fare una cosa: scattare foto, si capisce come vogliano stravolgere il mondo della fotografia un'altra volta.
Dopo averlo fatto con la Leica M1 ed i successivi modelli della serie M, che per tanti anni, anche quando le reflex erano state inventate, è stata la fotocamera del fotografo giramondo per eccellenza, ora vogliono dare la stessa possibilità in ambito digitale.

Non ci vuole un genio per capire che la macchina è disegnata in evidente controtendenza, non ci avrebbero messo nulla ad aggiungere 2/3 ghiere e 10 pulsantini.
Quello che vogliono offrire invece, non è il cruscotto di una astronave, ma una fida compagna da portare ovunque con sicurezza e semplicità e che dia la possiblità di scattare sempre foto senza compromessi di qualità.

I più grandi fotografi come ad esempio Henry Cartier Bresson (nella foto sotto con la sua fida Leica) han scattato sempre e ovunque facendo affidamente sulla robustezza e sulla qualità impareggiabili delle Leica.

Leica vuole che anche nel terzo millennio si continui così a quanto pare.

Link ad immagine (click per visualizzarla)

(Peccato che giusto chi è già famoso se la possa permettere )
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor