Olympus al Photokina 2008: non solo Micro QuattroTerzi

Olympus al Photokina 2008: non solo Micro QuattroTerzi

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Olympus ha mostrato al Photokina 2008 quella che sarà la sua interpretazione del nuovo standard Micro Four Thirds, una compatta di qualità con ottiche intercambiabili con un chiaro sapore retrò. Prossima anche l'introduzione di una nuova reflex nel sistema E.”

Nuova reflex in vista

Con l'introduzione del nuovo standard Olympus non smetterà di puntare sul segmento delle reflex, al contrario la famiglia delle QuattroTerzi dovrebbe allargarsi, con l'introduzione di un quarto modello a colmare il gap attualmente esistente tra la professionale E-3 e la spiccatamente consumer E-520. L'incontro con Yoshinori Matsuzawa della ricerca e sviluppo di Olympus ci ha chiarito alcuni particolari in merito al posizionamento della nuova reflex.

Attualmente, infatti, la gamma Olympus vede molto vicini i modelli E-420 ed E-520 nella fascia consumer entry-level, mentre il salto per arrivare alla E-3 è molto ampio, tanto che chi vuole fare l'upgrade della sua macchina consumer si trova un po' spiazzato di fronte alla differenza di prezzo e di impostazione generale della fotocamera. In futuro la gamma sarà più ricca e ben spaziata, con questa chiara classificazione:

  • E-420: reflex di ridotte dimensioni, adatta a tutte le tasche (non solo in senso metaforico). Punta a rinverdire i fasti della reflex amatoriale familiare.
  • E-520: venduta con il kit comprendente 4 obiettivi a meno di 2000 euro, con una estensione focale pari a 18-600mm equivalenti si presenta come la reflex consumer per gli appassionati attenti al prezzo, ma interessati ad avere un mezzo completo.
  • E-?? Ipotizziamo un numero nella fascia delle decine, giusto a metà tra le centinaia del segmento consumer e le unità di quella professionale.
  • E-3: macchina professionale, da accoppiare alle ottiche di maggiore livello, impermeabilizzata, adatta al reportage anche in condizioni atmosferiche difficili.

La nuova reflex, come reso evidente dal prototipo, riprende molte caratteristiche dalla E-3, puntando però a una semplificazione di quelle funzioni poco utilizzate dal pubblico prosumer. Sarà dotata di doppia ghiera di regolazione, di guarnizioni, di display LCD sulla spalla, di schermo orientabile, autofocus con 11 punti di messa a fuoco e (a giudicare dalla buona copertura e grandezza del mirino) da un pentaprisma.

Il sensore al momento non è noto, ma di sicuro utilizzerà la tecnologia di riduzione della polvere SSWF e la stabilizzazione del tipo sensor-shift. Dotata di flash integrato supporterà flash esterni sulla slitta superiore e tramite uscita per cavo sync, posta a destra del bocchettone. Anche le dimensioni del corpo rispecchiano in modo evidente la parentela con la Olympus E-3 e si sposeranno bene con la serie di ottiche premium  e professionali Zuiko Digital, che a volte appaiono sproporzionate sulle più piccole E-520 ed E-420.

BenQ Monitor