Comparativa: tre compatte da 10 megapixel

Comparativa: tre compatte da 10 megapixel

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Abbiamo messo a confronto tre compatte dall'anima diversa, ma accomunate dal sensore da circa 10 megapixel: Olympus µ 1010, Nikon Coolpix S600, Casio Exilim EX-S10. Circa 200 euro il costo di queste compatte dedicate a chi vuole affidarsi nello scatto agli automatismi della macchina. Le abbiamo messe alla prova nelle principali situazioni d'uso.”

Casio Exilim EX-S10

La Casio EX-S10 è la più sottile del gruppo, ma offre una disposizione dei comandi simile alle concorrenti. La parte superiore ospita il tasto di accensione, un led che informa dello stato di attività e il pulsante di scatto, che è contornato da un corona circolare a due vie che comanda lo zoom. Sul lato posteriore ospita, di fianco al display, un joypad a cinque vie attorniato da 4 tasti funzione. Rispetto alle concorrenti offre un tasto, posto leggermente più in alto, che è una scorciatoia per la registrazione di filmati in formato compatibile con YouTube; i video sono registrabili a diverse dimensioni fino a 848x480 pixel. La parte frontale ospita l'obiettivo, il flash integrato, il foro per il microfono e l'illuminatore AF. Il lato destro vede la sola integrazione dell'asola per il laccetto, mentre il connettore (non standard) per la connessione audio/video e al PC è posto sul lato inferiore. Sempre su questo lato troviamo lo sportello che da accesso al vano batteria/SD, la filettatura per il montaggio su cavalletto e l'altoparlante.

La fotocamera dispone di comandi molto immediati e intuitivi: un tasto dedicato all'inizio delle riprese video, uno alla riproduzione di scatti e filmati, uno che porta in un attimo alla modalità di scatto Program, uno che permette l'accesso al menu e uno dedicato alla scelta del tipo di scena preimpostata, tra le 34 disponibili, a cui si posso aggiungere quelle personalizzate dall'utente (fino a 999), scegliendo uno scatto precedente come 'modello'. Ai tasti laterali del joypad è inoltre assegnabile la modifica veloce di un parametro di scatto, ad esempio il bilanciamento del bianco.

Alcune impostazioni di scatto sono modificabili senza l'accesso al menu attivando il pannello di controllo, che appare sulla colonna a sinistra del display. Da qui si possono regolare parametri importanti come la sensibilità ISO e la compensazione EV, ma anche funzionalità meno interessanti. Avremmo preferito trovare nell'accesso veloce il metodo di misurazione dell'esposizione e quello per la messa a fuoco. Quest'ultima può essere impostata sul punto centrale, automatica o manuale tra nove punti di messa a fuoco. La messa a fuoco può poi essere lasciata agli automatismi della macchina, impostata manualmente, fissata su infinito o su 'punto focale fisso'. La modalità di messa a fuoco può essere fissata al punto centrale, lasciata all'automatismo della macchina che sceglie tra 9 punti di messa a fuoco, oppure impostata su puntamento, che aggancia e segue il soggetto. La prima invece può contare su tre modalità: spot, multipla e ponderata centrale.

BenQ Monitor