Comparativa: tre compatte da 10 megapixel

Comparativa: tre compatte da 10 megapixel

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Abbiamo messo a confronto tre compatte dall'anima diversa, ma accomunate dal sensore da circa 10 megapixel: Olympus µ 1010, Nikon Coolpix S600, Casio Exilim EX-S10. Circa 200 euro il costo di queste compatte dedicate a chi vuole affidarsi nello scatto agli automatismi della macchina. Le abbiamo messe alla prova nelle principali situazioni d'uso.”

Nikon Coolpix S600

La Nikon S600 ha un design più squadrato, ma la disposizione dei comandi è simile al modello precedente. Su lato superiore i tasti di accensione e scatto sono separati da un led che segnala l'attività della fotocamera e sul lato destro sono ubicati l'asola per il laccetto e il connettore microUSB audio/video e connessione al PC. Anche in questo caso il controllo dello zoom è affidato a un selettore a due vie, mentre il resto dei comandi è attuato tramite quattro tasti funzione e un joypad a cinque vie. Quest'ultimo è formato in realtà da una rotella, cliccabile nelle 4 direzioni e al centro, che offre una modalità più rapida per lo scorrimento dei menu. Anche in questo caso filettatura e vano per batteria e scheda di memoria sono ubicati sul lato inferiore, posti alle due estremità. Entrambi i pezzi utilizzano plastiche nella loro costruzione. La parte frontale ospita l'obiettivo, il flash integrato e l'illuminatore AF. I fori sotto i quali sono posti altoparlanti e microfono si trovano in questo caso sul lato superiore.

Con la pressione del comando Mode si accede a una ghiera dei modi virtuale, che beneficia nell'interfaccia della presenza della rotella a portata di pollice. Da qui è possibile accedere allo scatto in modalità Program, personalizzabile nel bilanciamento del bianco e nella sensibilità ISO, ma non nella coppia tempo diaframma. Sempre dalla rotella virtuale è possibile accede alla modalità Hi-Iso e alle 15 scene preimpostate. In questo ultimo caso è impossibilitato l'accesso al menu per la modifica dei parametri di scatto e, a seconda delle scene, anche alcune delle scorciatoie vengono disattivate. Sempre dalla rotella virtuale è possibile accedere al menu impostazioni, alla registrazione di video e note vocali.

L'autofocus può essere impostato solo sull'area centrale, su un'area a scelta dell'utente in buona parte dell'inquadratura oppure decisa autonomamente dagli automatismi della macchina, o ancora impostata per la priorità ai volti. L'esposizione può contare su due modalità di lettura della luce: matrix su tutto il campo inquadrato o ponderata centrale.

BenQ Monitor