Photoshow 2008: Ecco la fotografia in Italia

Photoshow 2008: Ecco la fotografia in Italia

di Roberto Colombo , pubblicato il

“Il Photoshow è la vetrina italiana del mondo della fotografia, tradizionale e digitale. I prodotti di punta hanno già visto la presentazione ufficiale nei mesi precedenti a livello mondiale, ma la fiera offre sempre un chiaro polso dello stato di salute del settore. Ampia la partecipazione di pubblico, dagli addetti ai lavori ai semplici appassionati”

Post produzione e stampa

Come dicevamo in apertura, questa edizione del Photoshow, tenutasi nella nuova sede della Fiera di Roma, testimonia il crescere del rinnovato interesse per tutto quello che sta a valle dello scatto, tra cui spiccano post produzione software e stampa. Diversi sono stati i Workshop organizzati dai produttori per mostrare al pubblico la potenzialità degli strumenti di post produzione, ormai fase molto importante per l'ottenimento di buone foto.

Dopo i primi anni dell'era digitale, che hanno visto una contrazione del mercato della stampa, ora gli utenti tornano a voler conservare i propri ricordi non solo in forma digitale visualizzabile a video, ma anche in forma cartacea, più tangibile e, secondo alcuni, più sicura, in quanto più al riparo da perdita di dati accidentale. C'è grande interesse attorno al processo di stampa, alla ricerca, da parte degli utenti, del modo più semplice e conveniente per stampare le proprie foto con buoni risultati.

Oltre alle soluzioni casalinghe, cresce l'interesse dei rivenditori nei confronti dei 'chioschi' che permettono di fornire un buon supporto per la stampa personalizzata presso i negozi. Sempre più successo riscuotono i servizi online, che oltre alla possibilità di stampare le proprie foto, danno l'opportunità con pochi click di creare veri e propri book fotografici o di personalizzare oggetti di uso quotidiano con le proprie foto.

Torna alto, poi, l'interesse per tutto quello che è in grado di abbellire lo scatto una volta stampato, prima fra tutte la classicissima cornice. Il Photoshow 2008 ha visto una vastissima esposizione di cornici, album fotografici, soluzioni in grado di trasformare in quadri le immagini scattate. Le cornici digitali, che sembravano, fino a poco tempo fa, aver decretato l'estinzione di quelle classiche, hanno trovato molta meno enfasi in questa edizione della fiera.


Commenti (14)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Dexther pubblicato il 07 Aprile 2008, 14:49
il progetto di samsung di scalzare canon in 2 anni è un tantino ambizioso
Commento # 2 di: St1ll_4liv3 pubblicato il 07 Aprile 2008, 15:15
Ho provato un pò di tutto, mostra organizzata molto bene. In particolare sono rimasto impressionato dalla D300 con il 200 fisso..pazzesca davvero
Commento # 3 di: Kenshiro86 pubblicato il 07 Aprile 2008, 15:31
ci sono andato 2 anni fa qui a roma ed era carino
Commento # 4 di: number4 pubblicato il 07 Aprile 2008, 16:08
Salve gente, scusate l'ignoranza ma ho un dubbio che ormai mi assilla da troppo tempo! Ho capito che per una compatta il numero di megapixel ormai non conta più, ma è l'ottica che fa la differenza. Il problema e che nn ci capisco una mazza! Focale 25mm? Potreste indicarmi dei valori che deve avere una buona compatta per quanto riguarda l'ottica
Commento # 5 di: spazio80 pubblicato il 07 Aprile 2008, 17:36
ma va'??? che scoperta...
Per anni la gente ha comprato cagate da taschino a 1000000MP che poi facevano foto orribili, granulose verdi e blu!
Io ho ancora una Fuji S5000 che ha 3.2MP ma con lo zoom ottico 10x (fino a 22x in digitale) con il sensore Super CCD.... pagata 4 anni fa circa 300EU.
Che foto signori... certo non sta nella tasca, ma quando stampi...
Se la sono comprata tutti i miei amici che avevano compatte Canon e Nikon!
Da considerare anche che ha 4 stilo ricaricabili, o normali, che compri ovunque nel mondo, e puoi portarti appresso (io ora sono in Brasile in vacanza).
Ora ho la S8000fd, presa per venire qui in BR, che come torno vendo a un mio amico (chissà perchè?) e prendo la 8100fd.
Devo dire che, con l'ottica 'bazooka' da 18x (92X totali in digitale!) e gli 8.0MP, è fantastica, anche se ha un CCD normale. Col SuperCCD sarebbe stata incredibile. Con le 4 pile Hansmann da 2800MAh faccio più di 400 foto!! Ho una SD-HC da 4GB che ne contiene 990. A 360 euro.
Saluti dal BRAZIL!
Commento # 6 di: alecxx-mi pubblicato il 07 Aprile 2008, 22:14
ci sono stato ieri...deluso...poca roba,soprattuto per stampa e postprocessing...tranne un corso semiserio su Aperture 2....

cmq da canonista convinto confermo d3/d300,paurose!
Commento # 7 di: danello pubblicato il 08 Aprile 2008, 00:25
Originariamente inviato da: alecxx-mi
cmq da canonista convinto confermo d3/d300,paurose!




Pensa cosa sono viste da un Nikonista.
Commento # 8 di: Zephon_Soul pubblicato il 08 Aprile 2008, 12:26
Originariamente inviato da: danello


Pensa cosa sono viste da un Nikonista.


Oddio, a me (da Nikonista!) tremano ancora le mani per la precisione e velocità dell'AF della D3!!
E poi il mirino... madò, dopo un po' riprendendo in mano la mia modesta D80 mi sembrava di guardare attraverso un tunnel buio!

Salve gente, scusate l'ignoranza ma ho un dubbio che ormai mi assilla da troppo tempo! Ho capito che per una compatta il numero di megapixel ormai non conta più, ma è l'ottica che fa la differenza. Il problema e che nn ci capisco una mazza! Focale 25mm? Potreste indicarmi dei valori che deve avere una buona compatta per quanto riguarda l'ottica


La focale è una caratteristica dell'ottica come tante. Numericamente devi guardare quella e la luminosità (apertura massima del diaframma). Una focale più corta equivale a una maggiore ampiezza di campo, una focale più lunga il contrario (in parole povere, più è lunga la focale max più puoi zoomare e avvicinarti al soggetto stando fermo). Per il diaframma, più è piccolo più l'ottica è luminosa (quindi puoi scattare in condizioni di luce scarsa con meno rischio di mosso) e più varia è la scelta della profondità di campo che puoi ottenere nella foto.
Esempio: un'ottica classica per una compatta può essere una 36-140mm 2.6-5.5 (focale equivalente nello standard 35mm). Questo significa che a 36mm (grandangolo moderato) hai un'apertura max di 2.6 (è già un valore molto buono) mentre a 140mm (medio teleobiettivo) è 5.5 (non buono! )

In linea di massima più piccola è l'apertura massima e meglio è. La lunghezza focale deve essere appropriata al tipo di fotografia che intendi fare, ora ci sono molte macchine con zoom mostruoso che vanno da 28mm a 450mm e rotti. In generale avere un buon grandangolo (almeno 28mm o meno) è un plus per la creatività e le possibilità in ambito di fotografie architettoniche, paesaggistiche e in interni, ma spesso (soprattutto per le compatte) questo comporta compromessi non indifferenti in termini di difetti dell'ottica (in primis distorsioni e aberrazioni cromatiche).

Inoltre l'ottica può anche avere caratteristiche buone, ma essere fatta di plastica, quindi l'unica cosa è provare personalmente o affidarsi ai test e le recensioni online. Ci sono diverse guide che spiegano bene le caratteristiche delle ottiche, cerca cerca!
Commento # 9 di: cr4zy pubblicato il 08 Aprile 2008, 19:33
"Il progetto coreano è ancora più ambizioso e prevede di portare Samsung al vertice della classifica di vendita di fotocamere digitali entro il 2010."

... ne deve mangiare ancora di pagnotte samsung. Per carità le compatte...
l'importante almeno è che abbiano per obiettivo di migliorarsi: ben venga la concorrenza che scardini il duopolio nikon-canon (soprattutto nel settore reflex dove sony e pentax stanno rispettivamente iniziando e riniziando a fare molto bene)...
Certo che però se samsung vuole competere ad alti livelli deve curare di più il servizio post-vendita ed evitare di prendere in giro i suoi clienti come ha fatto nel caso dei pannelli dei monitor lcd bw226 o episodi simili che sono avvenuti di recente ... altrimenti campa cavallo che vedranno i vertici della classifica di vendita di fotocamere digitali nel 2010.
Commento # 10 di: danello pubblicato il 08 Aprile 2008, 19:42
Originariamente inviato da: Zephon_Soul
Oddio, a me (da Nikonista!) tremano ancora le mani per la precisione e velocità dell'AF della D3!!
E poi il mirino... madò, dopo un po' riprendendo in mano la mia modesta D80 mi sembrava di guardare attraverso un tunnel buio!


Già, nikonista anch'io e possessore di D80, mai provato la D3, per il mio bene mi sono fermato alla D200.

Cmq, confronto con la D3 a parte, la D80 è una macchina della madonna, mi dà un casino di soddisfazioni.

E poi sono solo 580g di corpo macchina, viva la plastica.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »
BenQ Monitor